MotoGP eSport: intervista a Putut Maulana, il numero uno della regione Resto del Mondo

Moto GP eSport

Dopo essersi qualificato alle Global Series di MotoGP eSport 2019 col tempo più veloce dell’intera regione Resto del Mondo, siamo qui per un’ intervista a Putut Maulana, pilota gestito da Pro2Be Esports e conosciuto col nickname di “Moe“, il quale racconta ai nostri microfoni la sua esperienza al Pro Draft.



– Ciao Putut, grazie per essere con noi oggi!
Grazie a voi, è un piacere per me essere qui!

– Ti sei appena qualificato alle Global Series di MotoGP eSport 2019 dopo aver percorso i tre giri consecutivi del Pro Draft al Chang International Circuit in 4’20.565; con questo tempo hai anche fatto registrare il miglior risultato dell’intera regione Resto del Mondo.
Come ti senti dopo aver conquistato questo risultato? E qual è stata la difficoltà maggiore che hai incontrato in pista, durante questa sfida?

Mi sento carichissimo, sono molto felice di aver raggiunto questo risultato. È stato molto difficile registrare questo record, avrei potuto fare di meglio sul singolo giro, ma tenere il ritmo per tre giri consecutivi è tutta un’altra storia. Mantenere le gomme alla giusta temperatura durante tutti e tre i giri è stata la difficoltà più grande, non ho potuto spingere al 100% sempre per non farle surriscaldare. Ho dovuto trattenermi un po’ in modo da far durare le gomme per tre giri.

– Abbiamo assistito ad una lotta serrata fra te e l’argentino Bruno93 per il posto alle Global Series dedicato alla piattaforma PC.
Hai mai temuto di “non potercela fare”?

Assolutamente sì! Prima del Pro Draft Bruno93 ha dimostrato di essere il mio rivale principale, era velocissimo ed in costante miglioramento. Il suo stile di guida è sempre stato senza sbavature e mi aspettavo una battaglia al Pro Draft. Nel giorno numero tre della sfida mi è passato davanti e mi ha messo sotto tanta pressione. Sono riuscito comunque a restare concentrato e la notte stessa del giorno tre sono tornato davanti dove sono restato fino alla fine.

– Le Global Series cominceranno il 13 Settembre con due gare al circuito di Misano; questa rappresenterà anche la prima volta per te in Italia, quali sono le tue aspettative e considerazioni?
L’anno scorso il jet lag è stato un bel problema (viaggio a Valencia – Spagna ndr), quindi stavolta devo prepararmi meglio. Il mio viaggio sarà lunghissimo, volerò per un totale di circa 16 ore senza contare le attese in aeroporto per gli scali.
Ma so che l’Italia è bellissima e non vedo l’ora di essere lì!

– L’Indonesia è una delle community più calde in MotoGP eSport, cosa ne pensi del fatto di essere l’unico rappresentante del tuo paese alle Global Series?
È vero, siamo fra i fan più accaniti di MotoGP. Ed abbiamo avuto la maggior rappresentanza di piloti al Pro Draft nella regione Resto del Mondo. Mi sento felice e triste allo stesso tempo, da un lato sono contento di aver passato la selezione del Pro Draft, dall’altro lato lo sono meno perché tanti amici miei non ce l’hanno fatta su PS4.

– Un’ultima domanda per te, Putut: qual è la tua ambizione al MotoGP eSport Championship 2019?
Punto a vincere e laurearmi campione! Tutti i corridori dalla regione Europa sono incredibilmente veloci, ma farò di tutto per poter competere con loro alla pari.

– Grazie mille per la tua disponibilità, Putut, ti facciamo un forte in bocca al lupo e… GASSSS!!!
Grazie a voi, GASSS!!!


Vi invitiamo a seguire Putut su Instagram per non perdere nessun aggiornamento del pilota di MotoGP eSport numero uno della regione Resto del Mondo!

#BeProActive